Londra, Inghilterra e Tel Aviv, Israele – 23 Settembre, 2008 – MyHeritage, uno dei siti di famiglia più popolari al mondo, oggi, annuncia l’acquisto di Kindo, il social network per le famiglie. MyHeritage ha più di 25 milioni di membri da tutto il mondo ed è famosa per le sue potenti tecnologie, come lo Smart Matching e il tagging automatico di foto, che permettono alle famiglie di fare ricerche sulla propria storia e di mantenersi in contatto. L’esperienza della squadra di Kindo nel social network ing aiuterà MyHeritage nel suo intento di diventare il Facebook per le famiglie. Come parte dell’acquisizione, MyHeritage stabilirà anche un’altra nuova sede a Londra.

“L’aggiunta del team di Kindo a MyHeritage rende (more…)

Advertisements

Dopo 2 giorni come assistente personale di Martha Rogers in occasione della conferenza e presentazione del suo ultimo libro Rules to Break& Laws to Follow ho avuto l’opportunità di prendere una grande lezione sulla gestione dei clienti. Chiunque essi siano e qualsiasi sia l’attività. Oltre alle normali regole di senso comune, come il cliente viene per primo ed è l’unica reale fonte di benefici cisono altri diversi punti importanti. PrIma di tutto la considerazione del cliente come una delle più scarse risorse presenti nell’attività, non è più perso un cliente se ne fa un’altro, bensì dovuto al alto livello di concorrenza perso un cliente ne abbiamo uno di meno, quindi bisogna focalizzarsi nel mantenere i clienti che abbiamo prima di tutto, e poi puntare ad acquisirne di nuovi. Inoltre, la soddisfazione del cliente e la usa fidelizzazzione possono portare al che il cliente si rivolga a noi anche per altre sue necessità, andando così a creare nuove opportunità.

Ora, come facciamo per soddisfare al massimo il cliente? (more…)

Eccezionale spot, guardare e meditare.

Buona visione.

“Alcune persone ascoltano se stessi piuttosto che ascoltare quello che dicono gli altri.Queste persone non s’incontro spesso, ma quando succede, ci ricordano, che una volta stabilito un percorso, anche se le critiche ti potrebbero far dubitare, è giusto credere, che non esiste il non si può fare, non succedere, o impossibile. Ci ricordano, che è GIUSTO credere, che nulla è… impossibile (impossibile… è nulla)”

“Some people listen to themselves rather than listening to what others say.These people don’t come along very often, but when they do, they remind us, that once you set out on a path, even though critics may doubt you, its ok to believe, that there is no can’t, won’t, or impossible. They remind us, that it’s OK to believe, impossible … is nothing.”

E qui sotto le parole di un altro spot:

“Impossible is just a big word thrown around by small men who find it easier to live in the world they’ve been given than to explore the power they have to change it. Impossible is not a fact. It’s an opinion. Impossible is not a declaration. It’s a dare. Impossible is potential. Impossible is temporary. Impossible is nothing.”

Traduzione:”Impossibile è solo una grossa parola disseminata da piccoli uomini che preferiscono vivere in un mondo che gli è stato dato piuttosto che esplorare il loro potere di cambiarlo.Impossibile non è un fatto.E’ un’opinione.Impossibile non è una dichiarazione. E’ una sfida. Impossibile è potenziale. Impossibile è temporaneo. Impossibile è nulla.”

In queste slide si sanno alcuni spunti su dei temi molto rilevanti all’internazionalizzazione di un servizio web, dalla gestione di una squadra sparsa in tutto il mondo alle traduzione e alla preferenza sullo sviluppo globale-locale piuttosto che a quello globale-generale. Queste slide piuttosto che dare le risposte stiomolano la riflessione.

Se inizialmente un blog ho una pagina personale era suffciente come mezzo di comunicazione, al giorno

d’oggi per poter seguire e e trasmettere è indispensabile utilizzare nuove forme di comunizazione. Quelle più note e che hanno avviato un trend di cambiamento nel modo di comunicare sono Twitter, Friendfeed , e i vari social networ. Questi mezzi riuniscono in un solo strumento le apllicazioni di istant messager e i blog, permettendo di comunicare messaggi istantanei a un elevato numero di lettori contemporaneamente. Questo nuovo modo di comunicare può stimolare l’intercambio di idee e informazioni, la creatività, occasioni di brainstorming e coincidenze fortunate. Dall’altro lato, il volume delle informazioni scambiate risulta essere

talmente elevato che (more…)

Che bella sorpresa per Kindo, e così è come tutto accade: Firsttuesday che organizza coferenze periodiche su temi legati al web, aveva annunciato il “First Tuesday Award” un paio di settimane fa, al cuale più 150 start-up decisero di partecipare. Ogni compagnia aveva adisposizione 5min per presentarsi di fronte a una giuria, composta da personaggi di spicco del mondo d’affari del panorama internet:
James Gray – fondatore di Getmein.com, Ien Cheng – editore capo del FT.com, il portale online del Financial Times, e Keith Willey – direttore esecutivo della London Business School.
Nils e Gareth – due dei co-fondatori – sono andati a rappresentare Kindo ed hanno fatto un ottimo lavoro:
Kindo at Internetworld 2008 in London
Kindo è stata una delle 3 compagnie che ce l’hanno fatta ad arrivare alla finale che si è tenuta all’Internetworld 2008 a Earls Court – Londra la scorsa settimana. Durante la finale al Keynote Theathre i tre finalsti hanno presentato i loro proggetti alla giuria, e questa volta, anche al pubblico dell’Internetworld. Alla fine anche se il sito immobiliario Zoopla si è portato a acasa il premio è stata un’ottima opportunità per Kindo  per presentarsi a un vasto pubblico di internauti.

Questi video, con ben 26 milioni di visualizzazioni sa quanto è stato pubblicato il 22 Settembre 2006 è uno dei video più visti in assoluto sulla rete. Un “must” da aver visto almeno una volta e da farci su una bella riflessione.

Buona visione e abbracci gratuiti a tutti!