Se inizialmente un blog ho una pagina personale era suffciente come mezzo di comunicazione, al giorno

d’oggi per poter seguire e e trasmettere è indispensabile utilizzare nuove forme di comunizazione. Quelle più note e che hanno avviato un trend di cambiamento nel modo di comunicare sono Twitter, Friendfeed , e i vari social networ. Questi mezzi riuniscono in un solo strumento le apllicazioni di istant messager e i blog, permettendo di comunicare messaggi istantanei a un elevato numero di lettori contemporaneamente. Questo nuovo modo di comunicare può stimolare l’intercambio di idee e informazioni, la creatività, occasioni di brainstorming e coincidenze fortunate. Dall’altro lato, il volume delle informazioni scambiate risulta essere

talmente elevato che spesso provoca quello che in marketing viene chiamato “cluttering”, ovvero una sovrabbondanza d’informazione che crea confusione. Questo riflette perfettamente l’era che stiamo vivendo, caratterizzata soprattutto dall’abbondanza di scelta, e dallo spostamento del problema. Dall’avere poche opzioni all’averne troppe, il che spesso innesca un meccanismo di ansia derivante dalla paura di non aver fatto la scelta m

igliore.

Conclusa queste breve parentesi filosofica, possiamo farci un’idea grazie al grafico di Dion Hinchcliff come il volume dell’informazini scambiate sia aumentato e come la partecipazione si intensifichi.

Infatti molti utenti tendono a pubblicare più di una decina di interventi al giorno ai quali ricevono, spesso, numerosi commenti.

Attorno a queste applicazioni sono anche nate altre che offrono diverse opzioni, per una lista non esaustiva cliccate qui.

Ad ogni modo, questo cambiamento offre anche molte opportunità da un punto di vista aziendale, e l’utilizzo di queste applicazione, se adeguato, porterebbe sicuramente alla creazione di sinergie significative nella comunicazione interna.

Advertisements